Pane tre volte al giorno: colazione, pranzo, merenda

Come si possono preparare ricette deliziose con il pane? Il top chef Nenad Mlinarevic e il team di John Baker hanno mostrato come fare nell’attuale #SharedKitchen by Nenad.


Nell’ultimo episodio di #SharedKitchen, Nenad Mlinarevic ha incontrato i ragazzi della panetteria più alla moda di Zurigo: la John Baker. Insieme Jimmy, Jens e Nenad hanno creato tre ricette: una per la colazione, una per il pranzo e una per la merenda. In tutti e tre i casi, l’attenzione si è concentrata su un tipo di pane. E sono stati invitati degli ospiti per provare il risultato finale e l’esperienza della cottura al forno.

 

Una sola filosofia, molta creatività


Gli ingredienti locali e la loro provenienza sostenibile sono di importanza centrale per Jimmy e Jens, così come per Nenad. Non sorprende quindi che i tre si capiscano così bene, perché la loro filosofia segue gli stessi valori. «Ci concentriamo sull’artigianalità e la creatività oltre che sulla qualità dei prodotti», spiegano Jimmy e Jens. 

 

Il compito che John Baker e Nenad si sono dati per la #SharedKitchen era abbastanza semplice: come rendere il pane fatto in casa l’ingrediente principale di una, o meglio, di tre ricette? 

 

Colazione, pranzo, merenda: tre ricette da copiare


Per l’evento #SharedKitchen by Nenad, i tre professionisti hanno pensato a qualcosa di speciale. «Volevamo dare ai nostri ospiti un’ispirazione su cosa fare con il pane raffermo», dice Jimmy. Nenad si è ispirato alla treccia rimasta e ha suggerito un classico del passato: il Povero cavaliere. Il piatto non è solo un dessert ideale ma anche una gustosa colazione... che si può consumare a cuor leggero! Infatti, invece di gettare via la treccia secca del fine settimana, Nenad l’ha rianimata nel forno a vapore e le ha abbinato una rinfrescante composta di rabarbaro.

 

I tre buongustai hanno creato un altro classico sotto forma di sandwich pastrami. In nessun altro piatto, il pane è fondamentale come in un panino ben riuscito. Al centro della proposta classica per il pranzo c’era un panino integrale di John Baker. Nenad ha completato il pastrami con cetriolo fresco, burro di cipolla arrostita e crescione. «Il trucco sta nel tostare brevemente il pane al forno o in padella», spiega Nenad. «In questo modo si esaltano ancora di più gli aromi della tostatura già presenti nel pane cotto nel forno a legna.»

 

È ovvio che il pane è adatto anche come spuntino tra un pasto e l’altro. Non ci sono dubbi: un gustoso panino di frutta ha già addolcito la mattina o il pomeriggio di molti. Da John Baker, il cosiddetto «Früchtli» è quindi particolarmente amato. Nenad si è ispirato a questo gustoso spuntino e ha creato ben due interpretazioni, chiamate «Gmüesli». Invece di scommettere solo sulla frutta secca, lui e John Baker hanno usato una combinazione di carote e albicocche e sedano rapa, datteri e noci.

 

Condivisione dell’esperienza di cottura del pane


Prima di poter assaggiare le creazioni di Nenad e John Baker, i 14 ospiti hanno però dovuto lavorare personalmente l’impasto del pane. Sotto la guida dei professionisti di John Baker, ogni ospite ha potuto cuocere il proprio pane a lievito naturale nel forno a legna e, alla fine, ascoltare il crepitio del pane appena sfornato.

Mentre il pane a lievito naturale cuoceva nel forno, Jimmy e Jens di John Baker hanno dato molti altri consigli sulla cottura in modo che alla fine ogni ospite potesse portare a casa non solo il suo pane, ma anche molte nuove idee e ispirazioni. 

 

 

 

Ti sei perso l’evento e ti piacerebbe gustare in futuro del delizioso pane fatto in casa? Abbiamo raccolto per te i consigli più importanti su ingredientiimpastocottura del pane. Vuoi saperne di più su John Baker? Vai all’intervista.