La giusta dose di croccantezza, morbidezza e doratura – Tre consigli di cottura per un pane perfetto

L’odore di lievito quando i grumi beige si sciolgono nell’acqua poco prima che la farina venga incorporata. La sensazione che si tratti di un corpo vivo quando l’impasto cresce in seguito alla lavorazione, il suono vuoto se si batte sul fondo della pagnotta e il meraviglioso profumo del pane fresco. 


Forse è questo che rende così attraente la cottura del pane: la sensazione di «ritorno alle origini».  Ma come si prepara un pane con la crosta perfetta? Cos’è un pane cotto in pentola? Come si sa quando il pane è cotto a sufficienza? Abbiamo raccolto per te tre consigli e ricette professionali di John Baker.


Pane cotto in pentola – veloce e delizioso


Come il nome suggerisce, il metodo della pentola prevede la cottura dell’impasto del pane in una pentola resistente alle alte temperature. Nella pentola coperta si può sviluppare il vapore, che durante il processo di cottura non evapora e garantisce che la pasta del pane rimanga umida. Questo metodo contribuisce anche ad assicurarsi che il pane abbia una consistenza uniforme, rimanga splendidamente morbido all’interno e formi una crosta lucida e croccante fuori.


Otterrai i migliori risultati utilizzando una pentola di ghisa o di terracotta. Preriscalda la pentola in forno. Per il tuo pane puoi utilizzare il lievito madre oppure la pasta lievitata – la ricetta funziona con entrambi. Nella nostra ricetta usiamo la pasta lievitata.


Se dopo dieci minuti togli il coperchio, il tuo pane avrà una bella crosta brillante. Bastano pochi accorgimenti per farti avere un risultato sorprendente che combina uno straordinario sapore a un aspetto fantastico.


Un grande classico in un forno high-tech 


La particolarità della cottura del pane nel forno Dialogo è che funziona con le onde elettromagnetiche. Il tuo vantaggio: indipendentemente dal tipo di impasto che scegli, il pane viene cotto dall’interno verso l’esterno e rimane soffice. Prova qualcosa di completamente inedito e dì addio al pane secco! 


Questo metodo è quindi particolarmente adatto per un grande classico: il pane integrale. Si caratterizza per la sua consistenza leggermente umida ed è particolarmente salutare grazie ai suoi ingredienti – un vero e proprio superfood. 


Per il nostro pane cotto nel forno Dialogo utilizziamo una gustosa miscela di semi di lino, semi di girasole e semi di zucca, che fornisce al tuo corpo importanti vitamine, minerali e fibre. La ricetta è disponibile qui


Se sembra vuoto è buono!


Ti basterà battere sul pane per accertarti di averlo cotto a sufficienza. Perché una crosta croccante a volte può ingannare. 


Dopo aver tolto il pane dal forno (fai attenzione, è molto caldo!), ti basterà picchiettare sul lato inferiore del pane: se il pane suona vuoto, è cotto. In caso contrario, ci vorrà ancora più tempo e dovrai rimetterlo in forno.

 

Se non ti fidi di quello che senti, misura la temperatura interna del tuo pane fatto in casa con un termometro. La temperatura ideale di un pane pronto è di 93 °C. Se ancora non è stata raggiunta, la regola è la stessa di prima: rimettilo in forno.